L'Unità Torna all'articolo

Inviato da Giovanni Battista-Milano il 21/04/2013 alle 18:58

Oggi Grillo ci ha raccontato della sua salita al Colle ed ha più volte ripetuto di aver trovato"un Uomo stanco".Forse quest'Uomo era così stanco perchè il suo stipendio se lo guadagna fino all'ultimo centesimo,aggiungo.Ma per un Genovese che si rispetti, anche i centesimi non sono importanti?Perchè Grillo dice mezze verità o mezze bugie?

Inviato da Giuseppe il 17/04/2013 alle 23:57

Ho sempre condiviso le scelte di Bersani in questi 50 giorni dal voto, ma oggi no. La scelta per il colle concorda con Berlusconi non l'accetto e sono d'accordo per la prima volta con Renzi e Grillo per eleggere Rodotà o Prodi Presidente.

Inviato da vladimiro rinaldi il 15/04/2013 alle 10:50

Mio padre si chiamava Albo Rinaldi,fu partigiano comunista delle Brigate Garibaldi e in seguito ,terminata che fu la Resistenza ,restò comunista idealista convinto e un grande diffusore dell'Unità. Lavorava gratis diffondendo l'Unità.Io ragazzino allora non capivo perchè esistevano comunisti ricchi e comunisti poveri.I dirigenti erano ricchi.I miei genitori erano idealisti e sempre poveri restarono . il bambino che indicava il re nudo è diventato anziano. Il PCI non esiste piu'.Cosa è diventata la sinistra? Resistenza ieri e sinistra ora cosa hanno in comune ?

Inviato da Giovanni Battista-Milano il 06/04/2013 alle 02:20

VECCHIE LEGHE E NUOVE COMPAGNIE DI MERENDE, TUTTE QUANTE DA MANTENERE.
E' un mesto copione che qui a Milano agli inizi degli anni '90 abbiam visto tutti:Bossi in Piazza del Duomo tuonava, che la Lega non sarebbe mai diventata un partito come gli altri.Adesso Beppe Grillo, leader di un nuovo soggetto politico denominato "Movimento", vuole farci credere la stessa cosa, per non dire di quando i "Suoi" sono saliti al Quirinale,e hanno pensato solo di agitare solo la loro bandiera dell'M5S,come molti altri partiti hanno fatto con la propria.Signor Grillo,c'è ancora chi ha buona memoria...

Inviato da Giovanni Battista-Milano il 30/03/2013 alle 08:28

I NOMI NON HANNO IMPORTANZA:
Ahi Genovesi, uomini diversi
d'ogne costume e pien d'ogne magagna,
perchè non siete voi del mondo spersi?
(Dante, Inf, 33°,151-153)

Inviato da Giovanni Battista il 03/12/2012 alle 05:38

Caro Pierluigi, auguri di Cuore da un Renziano convinto. Ti sosterrò senza alcuna riserva. In bocca al lupo!
Giovanni P. Milano.

Inviato da antonietta il 25/11/2012 alle 20:19

Oggi mi sono recata a votare in occasione delle primarie e mi ha fatto tanto arrabbiare pagare due euro. Mi sono chiesta: perchè non attingere ai fondi destinati al partito,anzichè far pagare ai singoli cittadini? In questo momento storico-politico di confusione e incertezze abbiamo bisogno di messaggi chiari e di solidarietà, diretti a gente che ancora si sforza di credere in qualcosa di diverso e di trasparente e non essere penalizzata rimettendoci di tasca, anche per potere esprimere un legittimo voto.

Inviato da gildo alfano il 24/11/2012 alle 13:42

l'unità sabato 24 novembre 2012 pagina 16
grandissimo immenso moni ovadia - antisemitismo fatti ed opinioni
110 e lode con bacio accademico

Inviato da Vladimiro Rinaldi il 13/11/2012 alle 17:02

Mi chiamo Vladimiro Rinaldi e mio padre,Albo Rinaldi, fu partigiano delle Brigate Garibaldi e grande diffusore del L´Unita´. Io sono uno dei suoi figli . Da bambino aiutavo mio padre a diffondere casa per casa il vostro giornale. Perche´vi siete imborghesiti? Perche´avete lasciato soli chi fece la Resistenza? E pure dopo fummo soli e maltratalli nelle borghate. Vi invito v a visitare il mio sito web :

www.apoesidi.com

ed il blog:

Progressi In psichiatria Psychtic Progress.

Vladimiro Rinaldi(Rinaldi e Ranuzzi)



Inviato da ania il 29/09/2012 alle 02:43

purtroppo anch'io nella stessa situazione di anna maria, il keppra è un medicinale fondamentale per la cura dell'epilessia, quando la cura è già iniziata e soprattutto quando ha buoni risultati è assolutamente sconsigliato cambiarla.Quello che il governo ci costringe a fare, cioè pagare cifre insostenibili o cambiare proprio farmaco con il grave rischio di far ritornare le crisi, è incostituzionale, una grave lesione del diritto alla salute