Libero Torna all'articolo

Inviato da sergio il 04/05/2012 alle 12:19

njon riesco da alcuni giorni ad aprire il vostro sito. saluci

Inviato da mich il 30/04/2012 alle 21:00

il dipendente pubblico deve avere gli stessi diritti di qualsiasi cittadino , rischiare il suo posto come tutti , non deve avere alcun previlegio . Ma cosa credono di essere questi sedieroni, se fanno bene il loro lavori , che paura hanno? , oppure sanno che ..... , non meritano nulla. Noi poveri cittadini siamo sulla strada tutti i giorni, lavoro sicuro non esiste, PENSATE CHE sopportiamo ancora questi seggiuloni, di qualsiasi categoria siano. Se volete mantener la vostra sedia , dovete iniziare ad aiutare chi vi paga lo stipendio lavorando e rischiando tuttti i giorni. Pensateci e valutate

Inviato da mich il 30/04/2012 alle 20:48

il 50% degli impiegati delle pubbliche amministrazioni, sono una discgazia per chi lavora e devono essere mandati a casa (anche retribuiti se volete), perchè disturbano chi lavora e creano fastidi , cercano di trovare o inventare problematiche che sono per la maggior parte inesistenti, ( molti sono bravi e devono essre retribuiti in modo equo , aumentando lo stipendio , ma chi non sa lavorare e fa finta, deve essere mandato a casa per il bene di tutti) la borocrazia non diminuisce e continua ad aumentare . Se il servizio pubblico funziona , forse possimo pensare a una ripresa economica

Inviato da gariboldi claudio il 30/04/2012 alle 17:45

Bisogna smetterla di criticare e imparare ad essere propositivi.Con tutti i difetti del Governo Monti, c'è qualcuno che lascerebbe a casa meta' dei dipendenti statali per far quadrare i conti?L'inversuione di tendenza si avrà quando, chi critica non sarà retribuito, a meno che non sia in grado di fornire soluzioni sulla crescita e sarà responsabile,cioè pagherà di persona se quanto propone e fatto non andrà a buon fine,mentre sarà retribuito il doppio in caso contrario, perchè non è un problema di altri, ma di tutti. E' ora di svegliarsi e smetterla con sterili critiche.

Inviato da gariboldi claudio il 30/04/2012 alle 17:37

E' TROPPO FACILE CRITICARE.
Il Sig Grilo, invece di continuare a criticare, dovrebbe, come tutti gli altri che fanno politica, cominciare ad essere propositivo.Infatti,lui che è contro le centrali nucleari, e a favore dell'energia alternativa, dovrebbe ricordarsi che in Germania,,che è piena di centrali eoliche ,pannelli fotovoltaici e quant'altro, riescono a produrre , a costi altissimi, solo il 9% del fabbisogno, mentre il resto è prodotto con centrali nucleari.Praticamente è come se facesse i suoi comizi a lume di candela pagando 400 euro di bolletta. E' d'accordo o ha qualche alternativa?

Inviato da Antonella il 27/04/2012 alle 18:58

Condivido la lettera di Eugenio,farò come ha detto lui alle prossime elezioni scriviamo questia classe politica non ci rappresenta più, si sono bevuti il cervello.Qualcuno di voi ha mai fatto richiesta dei premi giovani per i figli ?Io si e vi garantisco che è una vera stronzata, è tutto come prima se li hai i soldi parti con una nuova attività altrimenti ti arrangi,l'europa ci da i soldi e nostri amministratori fanno di tutto per non darli così li rimandiamo indietro e l'europa ci dice che non siamo capaci di spenderli.Un'altra vergogna,grazie a voi politici, sono indignata.

Inviato da antonella il 26/04/2012 alle 19:24

Sono arrabbiata per colpa di questa classe politica ci ritroviamo a lavorare come muli per pagare i loro sprechi iniziamo dai comuni,province, e lo stato ,mai una buona notizia che abbiano rinunciato a qualche soldo ma noi dobbiamo rinunciare a tante cose solo per mantenersi quello che abbiamo,e non mettiamo la burocrazia che abbiamo, io dico andiamo a votare ma annulliamo la scheda ,poi come al solito non capiranno il voto, cari lettori voi che fra qualche giorno andrete a votare pensateci,i locali sono come quelli di roma ,paghiamo l'imu e si aumentano lo stipendio,occhi aperti,Grazie a voi

Inviato da eugenio il 24/04/2012 alle 22:58

Salve, penso che per risolvere i problemi della politica italiana bisogna iniziare dalla legge elettorale. Un duputato ogni 500.000 votanti, come avviene negli STATES, quindi circa 120. Si considerano candidati eletti coloro che hanno ottenuto più preferenze indipendentemente dal gruppo di appartenenza. Sulla scheda elettorale bisogna inserire una icona rappresentante il popolo italiano con a fianco scritto: i politici attuali non mi rappresentano. Il resto e le precisazioni le posso scrivere attraverso la mia e-mail euditu@libero.it Grazie se mi risponderete.

Inviato da ing. Cesare Cianficconi il 24/04/2012 alle 12:36

Caro Direttore, sono schifato ,nauseato, ho il voltastomaco nel sentire che anche la Lega ha preso i soldi da Finmeccanica. Basta con questi politici , li vogliamo tutti a spasso. Si renda promotore di un referendum per cui dopo 2 Legislature non si può più essere eletti . E' vergognoso che il privato cittadini paghi per tutti . Anche questo Governo , ha solo aggiunto tasse , nessun taglio serio. Allora c'era bisogno di tanta materia grigia per mettere tasse.???Per favore faccia qualcosa. Siamo in tanti a seguirLa. Con simpatia ed affetto
Cesare Cianficconi

Inviato da mich il 21/04/2012 alle 13:23

Aumentare le tasse, oggi significa ridurre i movimenti e gli introiti per lo stato(=fallimento) QUESTI ECONOMISTI POLITICI NON CAPISCONO NULLA di vera economia. Devono aumentare gli stipendi minimi e ridurre i massimi, se vogliono veremente uscire da questqa crisi e avere nuovi introiti per movimento di capitali . DEVONO LIBERALIZZARE , ma questo , i sapientoni pur sapendolo, non lo fanno. Quali sono i veri fini ??? . I DEBITI devono pagarli chi li ha fatti o creati con mala politica ( compreso collaboratori , tecnici, e contorno di magna magna) per opere faraoniche o non necessarie .