Umanità Nova Torna all'articolo

Inviato da PETRUCCI ASSUNTA il 06/02/2014 alle 20:38

all'attenzione di qualche persona che abbia un grosso cuore sono di napoli si parla spesso di falsi invalidi parlo in nome di mio malato neoplastico dal 2011 ha fatto chemio radioterapia sperimentale oggi è un vegetale ma i ladroni dell'inps con verbale provvisorio gli riconoscono 104 invalidita e accompagnamento poi con visita a campione due medici incompetenti non lo visitano neanche potete andare e dall'ora a tuttoggi nessun beneficio avv.ladro nel percorso giudice senza fare il suo dovere tiene la causa per 3anni e alla fine ho dovuto rifare la domanda il mio cell.3333469847

Inviato da vladimiro rinaldi ranuzzi il 02/08/2013 alle 12:17

Cari compagni e care compagne di Umanità Nova ed altri riferimenti di lotta civile etica di pace,diritti umani e diritti alla persona e in favore del''ambiente. Nel comune giusto intendere la vita,l'impegno ,la nostra di classe sociale resistenza, non arrendevolezza nei confronti dei soprusi che attuano sugli indifesi e la natura di chi si crede potente e da prepotente si comporta.
Ne blog: Progressi In Psichiatria Psychiatric Progress potete leggere l'intervento del compagno Giordano a proposito dei luoghi di detenzione psichiatrici,articolo già riportato in Umanità Nova.Vladimiro

Inviato da Vladimiro Rinaldi Ranuzzi il 17/07/2013 alle 17:17

PROGRESSI IN PSICHIATRIA PSYCHIATRIC PROGRES è il blog che consiglio di visitare.In esso ho inserito recentemente un articolo firmato: Giordano e già pubblicato in:Umanità Nova.L'ho apprezzato, è in difesa delle persone "con problemi psichici".Molti problemi vengono dai malesseri sociali(NDA).Cari psichiatri,psicologi,politici e altro ancora,di ogni cultura,colore,fede o ideale;per piacere:siate sensibili,etici,umani; buoni di animo,interagenti pure nel sociale,ambientale,filosofico,psicoterapico giusto intendere la vita umana(non solo quella vostra..).Grazie.Vladimiro Rinaldi(apoesidi)

Inviato da Vladimiro Rinaldi Ranuzzi il 11/07/2013 alle 11:31

Non riesco a crederci!Da che sono nato(settantatre anni fa),da che esisto su questa terra, in questo paese di poveri e natura imaltrattati dai prepotenti Vip ed i loro stupidi emuli,delinquenti non per necessità ma per mentalità(o da favore in cambio di un altro favore)esigono da noi il divieto della ragionevolezza;dovremmo non indignarci e sopportarli(sennò si arrabbiano e diventano ancor più pericolosi).Detesto la prepotenza,questo loro veleno.Questa violenza continua e ripugnante.Incutono il terrore.Già! Ma io esisto,penso,vivo amo libertà,i diritti, la natura,l'amore vero amo.

Inviato da Vladimiro Rinaldi Ranuzzi il 24/06/2013 alle 17:22

EGO ED ES
Non ho mai amato i prepotenti né le enormi proprietà private terriere che baroni,marchese ,mezzadri,prelati,politici,ecc. ..consideravano solo loro. Nei cui confronti si arrabbierebbe pure Gesù Cristo.Di fatto quegli aristocratici e non,quei laici,"religiosi",ecc. vanno intesi: oppressori,ladroni .Natura,spazio vitale, biodiversità,corsi di acqua , esistenza dei povera gente considerano loro,da paadroni.Con odiosi fili spinati e spregevoli mura con su i vetri aguzzi.Oggi la natura di Roma periferica non esiste più.Addio Roma bella di natura.E addio romani di Roma.

Inviato da Vladimiro Rinaldi Ranuzzi il 21/06/2013 alle 12:06

MONTAGNA TERAPIA
Cosa è la montagna terapia ?Dovrei saperlo,visto che da anni "ne faccio".Non ne sono sicuro.. Ne faccio? Ne facciamo? Montagna terapia(che bella parola!):non sono riuscito a capire cosa essa davvero sia ,in quel C.I.M.di Roma(Via degli Eucalipti, i).In montagna ci portano quasi mai(dicono:per via dei soldi che non ci sono).Rare le uscite ,quasi tutte da "mordi e fuggi" ,più traffico che montagna.Siccome non può esistere la traffico terapia, chi può dirmi cosa è ,o dovrebbe essere,la montagna terapia ?Dovrebbe essere L' insieme di montagna e psicoterapia.

Inviato da vladimiro rinaldi ranuzzi il 19/06/2013 alle 16:58

STIGMA PER LA POESIA
Poeti e poetesse emarginati dagli editori importanti (l'editoria è tutta sotto controllo); per i più dei poeti e le poetesse è così.Siamo i figli e le figlie poveri e povere dell'editoria incivile e di mercato.Non perché la poesia non sia arte (arte è creatività)ma perché un mercato per la poesia non esiste ,e non esiste perché la poesia(quella vera)è una variante della libertà e Il potere politico e imprenditoriale ha paura della libertà. Non usate Google traduzioni per le vostre poesie o rischiate di perdere la dignità oltre che la libertà

Inviato da Vladimiro Rinaldi Ranuzzi il 15/06/2013 alle 21:57

COMPUTER.Una delle cose più sgradevoli dello scrivere "on line" consiste nella difficoltà di gestire i testi ,se la vista è scarsa e non si sa come usare(se uno ce ne sta )il correttore ortografico.
A parte il fatto che Il personal computer è ancora uno strumento non evoluto,se così non fosse non esisterebbero gli errori,pure se chi lo usa è un dilettante(io lo sono,un dilettante di settantadue anni).Vuoi mettere il fascino della comune penna col pennino che usavi e dell' 'inchiostro,e la carta assorbente che poi si riempiva di macchie colorate e tracce di parole?Te lo do io il computer..

Inviato da Vladimiro Rinaldi(V.Rinaldi Ranuzzi il 15/06/2013 alle 10:23

CHI SIAMO VERAMENTE NOI CHE SOGNIAMO:Pace,uguaglianza, rispetto,vera giustizia, amicizia, amore..Io autodidatta ,con la vocazione dello scrivere contro corrente( la verità )considero me stesso: uno come milioni di altri e di altre.Lavoro gratis(purtroppo),non mi paga nessuno;lo faccio sapendo di stare a difendere le persone fragili e la natura maltrattati e maltrattata dalla prepotenza e la virulenza del potere: assassino,ladro e bugiardo(L'uomo sull'uomo e la natura).Servirà a qualcosa?Speriamo di sì.- Nessuno può sedere su un sasso e pretendere di sollevare quel sasso-
è una massima Zen

Inviato da Vladimiro Rinaldi Ranuzzi il 13/06/2013 alle 15:49

ES.Qualcosa di deleterio(No, non si tratta della" vitalità del negativo") e pernicioso si evidenzia, talvolta o spesso : una specie di inconscio "desiderio di distruttività e di auto-distruttività". Le guerre è sono un esempio.Io odio le guerre,la volenza.Se di poesia malata non si tratta,non ne gioisce certamente questo apoeside(apolide di poesia) Perchè ,inermi,permettiamo che ci accada il male?Siamo come pieni di buchi, ferite,sanguinolenti, pietrificati,putrescenti al pari di atomi imprecisi ,sognanti o deliranti.Eppure basterebbe opporre al male il vero amore.A livello universale.