Umanità Nova Torna all'articolo

Inviato da vladimiro rinaldi ranuzzi il 14/04/2013 alle 12:36

Quando si dice anarchia , socialismo, democrazia,eccetera,non sempre si è chiari .Di un dato termine , il vero significato nella realtà se omesso o stravolto, da parola romantica ,bella ,socio-filosofica e di pensiero che rimane?Parola ,e basta . Che non si ometta la funzione etica : di coerenza ,per superamento per davvero della parte ostile,cavernicola,animalesca o barbarica dell%u2019uomo : specie schizoide ; al fine di liberarci del male ed evolvere solo il bene,(utopia?). Bisogna dare il buon esempio. Senza il buon esempio le parole sono solo parole.

Inviato da Vladimiro Rinaldi Ranuzzi il 13/04/2013 alle 21:35

PAESAGGIO ITALIANO MORTO
Natura l'amore nostro
cos' umiliato,incastrato,cementificato
e nemmeno una casa in locazione.
Niente raccomandazioni o mazzette.

Moriremo per strada.


Politica corrotta e ladra.Vip stronzi fogne.
Ci richiederanno voti.

Gentaccia da affari sporchi che piu' sporchi non si può.

Vestono haute couture.

Loro corruzione :ossessiva,storica.
Denaro carriera e bunga- bunga .

Inciuciano.

Impossibilità nostra di un riscatto vero,neo illuministico
di etica e filosofia non snob ,non Vip .

Comandano ,carcerano,fanno passare per pazzo
l' amore mio vero

Inviato da vldimiro.rinaldi.ranuzzi il 10/04/2013 alle 10:01

POESIE E TRADUZIONI DI POESIE
Tutti sanno dei poeti poveri ed io lo sono .Ho ricevuto da Anna,creatura di pace, Canadese bilingue, laraduzione della poesia mia e di altri poeti e poetesse del mondo.. COLOMBA (DOVE,in Inglese). Progetto culturale di tipo poetico che vollin aperto a tutti e tutte a livello mondiale.Anna mi ha aiutato gratis nella traduzione e non ha voluto esseere pagata per il suo delicato,difficile,importante lavoro di traduttrice di poesia. Compagni e compagne,imparate da Anna ed altri e altre come lei (e come me) come si fa. Grazie.

Inviato da vladimiro rinaldi ranuzzi il 08/04/2013 alle 10:50

Sembra di stare a vivere non una vita normale ma un incubo collettivo,date le arrendevoli pretese di noi poveri e povere da parte di politici malfattori e malfattrici. Se un povero ruba una cipolla o si sente male.. il carcere e la claustrofobia psichiatrica, lo stigma eccetera,e ai potenti narcisisti,cleptomani, eccetera..nulla,anzi.. Se esistono i diavoli allora i diavoli sono loro.Ma per loro esigono due paradisi:quello da vivi e quello dopo la loro morte.Sono fatti e fatte così..A patire la vita ,sempre,come in un inferno, esigono siano i cittadini e le cittadine innocenti e poveri.

Inviato da vladimiro rinaldi ranuzz il 06/04/2013 alle 11:22

Forse Beppe Grillo ,e chi con lui o per lui,restando come simil smarriti, dovrebbe decidere per un'alternativa possibile,credibile e fattibile(non chiedetemi quale potrebbe esessere,non lo so).Non chiudendo ma chiarendo "pure alla gente semplice"come immagina razionalmente M5S uscire dall'ampasse,se proseguire in modo non solo sognato ma pure ragionato,o altro fare.Caro Beppe , e' moltissimo giusto denunciare gli abusi e i responsabili perfidi attori e attrici.

Inviato da vladimiro rinaldi ranuzzi il 06/04/2013 alle 10:56

I miei commenti possono piacere o dispiacere ma sono onesti ed espressi da persona povera(moltissimo), simil poeta dei quartieri degradati e della strada della vita e degli inevitablii crocevia(dove si incontrano e si perdono gli amici e gli amori ).Ma siccome le idee e i ricordi rimangono,il mio impegno civile e intellettuale dedico ai miei socialmente simili ed a quanti altrii e altre la mente libera hanno o vogliono avere.Lo dedico ai bambini,ai giovani,agli anziani,ai malati,agli oppressi,agli emarginati,alla natura,al bene.Nella speranza che quel che scrivo e documento possa servire.

Inviato da vladimiro rinaldi ranuzzi il 05/04/2013 alle 11:30

FOLLIA JERARCUS
Il dualismo,o il trilismo,eccetera,tipico dell nostra specie(ma non siamo tutti e tutte uguali)ci rivela iniqui e "accondiscendenti?": homo jerarcus, politicus rex e di altro genere,sopra.Noi sotto. Scalinata di corpi e menti in mille modi resa piramidale, chi sopra (a strati sempre più stretti,la base umana è quella più larga) ,mano mano fino alla' impedimento sociale e non solo del prossimo mite (Proximus Tuus).E' La follia consolidata dei potenti gerarchi ,dominanti,e dei loro servi ed emuli(pagati meglio).Si credono specie di deità.Non è super follia la loro?

Inviato da Vladimiro Rinaldi Ranuzzi il 04/04/2013 alle 11:31

Un dio preciso parrebbe non esistere,almeno vedendo come è fatto l'uomo.Ma ogni cultura ha il sacro. Il nulla dopo la morte spaventa, la pena eterna terrorizza.
Un'infinità di guru di questo o quell'altro dio o deità.E ce ne sono di potenti e amici di potenti;con tesori terrieri e di a ltro genere a loro intestati o a dei prerstanome, in patria e in i in paradisi fiscali.
Non ho nulla contro il sentimento religioso della gente,lo rispetto,io amo l'innocenza,ci appartiene nell'animo.Non amo coloro che approfittano del sentimento,dominano e si sostituiscono al sacro.L'amore VERO è sacro.

Inviato da vladimiro rinaldi ranuzzi il 03/04/2013 alle 11:35

MALATESTA AVEVA TORTO. In: Dialogo Tra Contadini, di Errico Malatesta amareggia quel che scriveva sui poeti ,ovvero che i poeti fossero tutti e solo dei buoni a nulla e avessero solo voglia di scrivere poesie insulse al fine di scanzare la fatica del lavoro nei campi che ai contadini non veniva risparmiata .Che non servissero a niente. Malatesta in questo aveva torto. I poeti non erano (e non sono) solo i ricchi .E tra i braccianti (i contadini non proprietari) e altri sfruttati ce ne stanno e ce ne stavano;se li avesse cercati li avrebbe trovati.Pure se analfabeti. Poesia è altro.

Inviato da vladimiro.rinaldi.ranuzzi il 02/04/2013 alle 10:22

PACE!Quando a Cagliari alla caserma situata nella zona del Poetto svolgevo il ruolo di piantone in camerata ,la notte , notavo che i commilitoni quando dormivano talvolta parlavano nel sonno e si esprimevano nei loro meravigliosi ed enigmatici per me dialetti . Un mare di dialetti.Amavo quei miei coetanei come me costretti a prestare il servizio di leva(sennò ci carceravano per diserzione). Pensavo se mai l'Italia fosse stata paese di pace.Trascorsi tutto il periodo miltare contestando la guerra .Mi punivano(CPR).Amavo la pace, la vera giustizia sociale, la natura.Le amo ancora.Pace!