Home >
>
> Commenti

Il Tempo Torna all'articolo

Inviato da Ferrara Rosa il 18/05/2011 alle 11:59

fEgregio Direttore;
è proprio vero che i diversamente abili non hanno diritti ma solo doveri in questa società che predica bene e purtroppo, razzola male.
Mi chiamo Rosa Ferrara, sono da diversi anni a causa di un incidente stradale una DIVERSAMENTE ABILE, abito nella frazione di Tovere di Amalfi e sono madre di tre splendidi bambini.
Da cattolica, vorrei poter praticare la mia religione ma un capriccio, perché di questo si tratta, non mi consente di poter accedere in maniera autonoma alla chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo in Tovere di Amalfi.
Il capriccio?: a quanto pare ufficial

Inviato da Luigino il 11/04/2011 alle 22:36

Gentile Direttore,risiedo a Roma in via poggi d'oro,21questa strada trafficata anche se corta,da mezzi pesanti fra i quali autobus,davanti al mio civico anni fa hannofatto dei tagli per far passare a''altro lato le famose ,poi sperite fibre ottiche,i scavi mal chiusi allora si sono avallati e quando passano gli autobus trema il palazzo ho fatto molte telefonate in circoscrizzionesenza risposta, cosa si può fare ancora? grazie

Inviato da Eluterio Pispoli il 02/04/2011 alle 07:37

Che ne dice Mario Sechi dell'elogio di Sergio Romano a Stalin?
La lettera del giorno | Venerdì 1 aprile 2011
Ammiro l%u2019uomo che ha creato lo Stato sovietico, l%u2019economia sovietica e vinto la Seconda guerra mondiale. Non è necessario essere comunisti per riconoscere che fu una personalità per molti aspetti ciclopica.

Inviato da Carlo Regnanti il 26/03/2011 alle 14:27

...segue La prima Repubblica tanto vituperata annoverava persone come Moro, Berlinguer, Almirante, Fanfani, Spadolini, La Malfa (padre), Nilde Jotti, Pertini, ecc. che forse avranno sbagliato, ma almeno erano onesti. Oggi la corruzione è lo sport italiano, e quando scoprono un indagato o un corrotto o un bancarottiere per non farlo processare lo si fa ministro o sottosegretario perchè perseguitato dalla MAGISTRATURA, l'unica istituzione degna di rispetto. Con Simpatia, ma si ravveda

Inviato da Carlo Regnanti il 26/03/2011 alle 14:23

Egregio Direttore Sechi, l'ho seguita nelle sue comparsate in televiosione e francamente mi vergogno di guardare la TV quando persone come Lei intervengono con argomentazioni strumentali e tendenti a far credere agli italiani che tutta la colpa è della sinistra. Guardi non sono comunista e non lo sono mai stato, ma sentire da Lei difendere Berlusconi, Cicchitto, Gasparri, La Russa, Bossi e compagnia mi fa un certo senso. Segue