Gente Torna all'articolo

Inviato da Biffi Monica Giuseppina il 01/08/2011 alle 22:40

Ho rinnovato l'abbonamento e dopo aver riscontrato un errore (che mi hanno fatto pagare lo sconto e non l'offerta)mi trovo che non ricevo da due mesi il giornale.continuo a telefonare e da due mesi ricevo sempre la solita risposta:" Non si preoccupi tempo dieci giorni tutto sarà sistemato. Sta di fatto che da due mesi non leggo il giornale e per fortuna che non sono una nuova abbonata.Viva chi legge il giornale sull proprio conto corrente.

Inviato da Angelo il 28/06/2011 alle 19:11

Sono un italiano di 61 anni che vive in Francia da moltissmi anni. Mi ricordo che da ragazzo, a Bologna negli anni sessanta, leggevo il vostro giornale che trovo bene illustrato e informativo. Vi incoraggio dunque nel vostro lavoro. Saluti dalla Francia.

Inviato da acquista barbara il 27/06/2011 alle 17:24

Vorrei sapere per favore perchè a volte ricevo la rivista ogni 15 gg. invece di sett.te

sono una vs.a abb. da anni. grazie.

Inviato da ENZO il 14/06/2011 alle 13:47

E' DA 8 SETTIMANE CHE NON RICEVO GENTE AL MIO INDIRIZZO PUR ESSENDO UN VOSTRO ABBONATO.
CON CORDIALITA'
ENZO MANCO

Inviato da francesca il 11/05/2011 alle 20:05

Perchè non fate invece un aritcolo nel quale spiegate cos'è il diabete, quali sono le differenze tra il tipo 1 e il tipo 2, a che punto è la ricerca, come lo vivono i giovani, o come lo vivono i genitori di bimbi diabetici...insomma, c'è tutto un mondo alle spalle del diabete che va oltre a labrador che fiutano l'alito.

Inviato da francesca il 11/05/2011 alle 20:03

inoltre il giornaliscta dice che la bambina in momenti di forte crisi ipoglicemica viene aiutata da una maestra perchè assuma zuccheri o, NEI CASI PI§ GRAVI, assumere insulina... ora mi chiedo se il giornalista si è informato su come funziona il diabete. Questo mostra quanto questi fosse impreparato in materia. Il diabete è una delle malattie più comuni in questi ultimi tempi e c'è una grandissima disinformazione. Ora, se pure i giornali non sanno trattarlo e passano messaggi sbagliati, siamo davvero a cavallo!!

Inviato da francesca il 11/05/2011 alle 19:58

La mia reazione nel leggere l'articolo sulla bimba inglese diabetica è stato di vera rabbia... Per prima cosa viene descritto il diabete come una malattia davvero difficile, che limita le possibilità di avere una vita normale, sembra che ogni diabetico viva nell'angoscia delle ipoglicemie! Come appunto dice Sabrina, ogni diabetico sa percepire le ipoglicemie e sa come rimediare. Io son diventata diabetica all'età di 5 anni e la prima cosa che ho imparato è stata proprio questa, quella di riconoscere un'ipo da un'iperglicemie!!

Inviato da sabrina il 03/05/2011 alle 17:04

Per cui va benissimo il cane labrador che aiuta la bimba inglese, va benissimo che ci possano essere casi in cui non riconoscano le ipoglicemie x cui si debba ricorrere ad altri mezzi ma non lasciamo assolutamente da parte la medicina e l'assistenza medica italiana
Grazie
Sabrina

Inviato da sabrina il 03/05/2011 alle 16:59

Fortunatamente i ragazzi con diabete mellito riconoscono le ipoglicemie da soli, sono dotati di strumenti per la misurazione della glicemia molto validi e pratici e soprattutto non hanno bisogno di insegnante di sostegno a scuola; tutt'al più nella scuola materna ed elementare, cioè fin quando non sono completamente autonomi per ovvi motivi di età, hanno l'assistenza di un infermiere/a per l'ora del pranzo x aiutarli a fare l'iniezione di insulina o controllare che sia somministrata correttamente con il microinfusore.

Inviato da sabrina il 03/05/2011 alle 16:49

Sul numero che parlava della carriera di Emma di Amici, credo della scorsa settimana, avete scritto un articolo su un cane che aiuta una bambina inglese con diabete mellito.
Non tutte le persone che vi leggono conoscono la malattia (che x fortuna non è vissuta come tale dalla stragrande maggioranza di bambini e ragazzi/e xchè sono autonomi e consapevoli) e il vostro articolo non rispecchia la realtà, almeno quella italiana